Paolo Marani, un nome importante per uno sport importante

Un poster di sicuro valore artistico in occasione dei Campionati Italiani in Tipo Regolamentare, quello uscito dalla penna e dal pennello di Paolo Marani, pittore (e scultore), ma conosciuto soprattutto come vignettista del quotidiano Il Piccolo di Trieste.

Un manifesto di valore artistico, accattivante, che trasmette immediatamente, una forte emozione.

Insomma, un'immagine azzeccata da parte di chi il canottaggio lo ha toccato con mano, essendo per tanti anni socio del Circolo Canottieri Saturnia.

Curriculum di Paolo Marani:

Paolo Marani, dopo aver frequentato l'Istituto Statale d'Arte di Trieste, si dedica alla pittura, alla scultura ed alla grafica.

Inizia ad esporre le sue opere nella seconda metà degli anni sessanta che lo vedono, tra l'altro, presente al Palazzo delle Esposizioni di Roma, al museo "Ricci Oddi" di Piacenza, alla Galleria Nuovo Spazio di Venezia, al Palazzo Comunale Certaldo (Firenze), alla galleria "Leonardo" di Milano, iniziando così un lungo iter espositivo che lo porterà, con rassegne personali e di gruppo, in varie città italiane ed all'estero.

Una rassegna di sue opere, raccolte dall'Istituto Italiano di Cultura, diventerà itinerante nei paesi dell'est Europa e verrà allestita, tra l'altro, in Slovenia a Lubiana e Brod, in Croazia a Zagabria e Fiume, in Serbia a Belgrado, in Ungheria espone a Budapest, in Romania a Bucarest.

Nell'ambito del XX° Festival Internazionale del Film di Fantascienza, al Castello di San Giusto di Trieste, gli viene dedicata la rassegna "Paolo Marani - Cento opere inedite". L'iniziale, e mai dimenticata, passione per la scultura lo porta a realizzare alla fine degli anni ottanta una serie di sculture in bronzo per la Cappella del Palazzo Arcivescovile di Trieste.

È presente in Austria con mostre a Vienna, Graz, Berchtesgaden ed all'"Interart" di Salisburgo. In Cina espone ad Hong Kong, in Australia a Sydney, Melbourne e Adelaide, negli Stati Uniti a New York e Miami.

Dal 1980 al 1995 è stato uno dei Curatori del Civico Museo Revoltella, Galleria d'Arte Moderna di Trieste. Per quindici anni ha ricoperto la carica di presidente dell'"Associazione Regionale Artisti Pittori, Scultori ed Incisori" Più volte designato dal Comune di Trieste a far parte della giuria della Sala Comunale d'Arte, attualmente √® il responsabile per le arti figurative della Fondazione Caraian.

Membro dell'"United Nations of the Arts Academy" ha partecipato a numerosi Simposi internazionali.

Si occupa di satira politica, i suoi disegni vengono pubblicati su libri, riviste e quotidiani nazionali.

Dal 1990 le sue vignette vengono pubblicate giornalmente sul quotidiano "Il Piccolo" di Trieste.

La MGS PRESS ha pubblicato il volume "Dalla spartitocrazia alla seconda repubblica" che raccoglie una parte di questi disegni.

Ha collaborato con la RAI in trasmissioni dedicate alle elezioni, disegnando in diretta il suo commento satirico e, sempre in diretta, dal Caffè Gambrinus di Montecatini, nel settembre 2002, realizza una serie di vignette sul tema dell'informazione politica in un Talk Show trasmesso dalla televisione.

È stato più volte invitato dal Comune di Calasetta, in Sardegna, al premio "Vignetta dell'anno" e dal comune di Lodi al "Premio Novello".

Ha realizzato copertine per libri e disegnato cartoni animati e collaborato alla realizzazione di spot pubblicitari.

In occasione delle celebrazioni per il venticinquennale del "San Giusto d'oro", l'Associazione Cronisti Giuliani gli ha conferito un riconoscimento per la sua attività artistica.

Alcune opere di Paolo Marani sono state raccolte da quelli dell'Mgs Press in un libro: "Dalla Spartitocrazia alla Seconda Repubblica".

Autore: Marani Paolo
Titolo: Chi li ha visti?
Sottotitolo: Dalla Spartitocrazia alla Seconda repubblica
Edizioni: MGS Press
Prezzo: 7,75 euro

In un giornale - un quotidiano o un settimanale di politica, cultura e attualità - il vignettista si può ormai paragonare al notista politico oppure all'elzevirista che firma il pezzo di costume. Tanta è la capacitè di centrare l'argomento del giorno, anche e soprattutto politico, e di rendere chiaro ed evidente a tutti il nocciolo della questione, nella sua essenzialitè, grazie a quella specialissima "lente d'ingrandimento" che è l'ironia. Quella di Paolo Marani l'hanno scoperta prima di tutti gli amici che per primi hanno anche apprezzato il suo talento di caricaturista, tanto da spingerlo a trascurare la sua attività principale (la pittura) per dedicarsi ufficialmente all'arte ancora più difficile dell'umorismo e della satira. Il libro raccoglie una scelta delle sue più belle vignette uscite sul quotidiano di Trieste "Il Piccolo".