Invito alla manifestazione "Voghiamo Insieme"

Il pool associativo "Tutti nella stessa barca" ha il piacere di invitarvi alla manifestazione Voghiamo Insieme, che si terrà 13 maggio 2009 alle ore 10.30 presso il Circolo Canottieri Saturnia di viale Miramare 36 a Trieste, aperta a tutti i ragazzi con abilità diverse.

Programma manifestazione:

  • Inizio alle ore 10.30
  • I parte: Ragazzi che già hanno esperienza di voga mostrano ed insegnano come si voga usando il remoergometro a ragazzi neofiti
  • II parte: Gara fra ragazzi esperti di voga sul remoergometro
  • III parte: Gara fra i neofiti sul remoergometro
  • Premiazioni: medaglie e gadgets per tutti
  • Pranzo tutti assieme

Il pool Associativo per il canottaggio adattato "Tutti nella stessa barca", è un'associazione formata da tre società remiere presenti in città: Canottieri Adria, Canottieri Saturnia, Canottieri Trieste, e l' Associazione culturale "Una chiave per la mente. Istituto per lo sviluppo e l'integrazione".

Il pool Associativo promuove attività sportiva seguendo un programma di integrazione fra ragazzi con abilità diverse. L'obiettivo educativo viene raggiunto attraverso i principi del Metodo Feuerstein che si basa sulla mediazione, con la convinzione che l'essere umano sia modificabile in positivo e che la relazione educativa può portare utili mutamenti reciproci tanto nell'operatore quanto nell'utente. L'operatore troverà strategie per far acquisire i concetti che servono ad attivare la coordinazione motoria necessaria alla voga, ma avrà anche l'obiettivo di promuovere le abilità necessarie alla vita sociale ed alla crescita nelle aspettative di raggiungimento del successo, al potenziamento della fiducia in sé e della capacità di mettersi in gioco.

L'iniziativa, forte di due anni e mezzo di esperienza, viene portata avanti grazie al lavoro di giovani volontari che sono, a loro volta, impegnati in prima persona nell'attività sportiva come atleti di squadre agonistiche. Tutti i ragazzi volontari sono seguiti da operatori professionisti costantemente presenti quali punti di riferimento, di consulenza e di supporto.

L'integrazione tra coetanei con abilità diverse ci ha portato a riflettere sul concetto stesso di integrazione, stimolando il nostro desiderio di rivolgerci ai paesi confinanti. Abbiamo pertanto invitato ragazzi della Slovenia e della Croazia, creando opportunità di scambi culturali e di metodologie d'intervento che ci auguriamo siano l'inizio di una futura più ampia collaborazione.