Memorial d'Aloja a Piediluco e Regionale Sprint a Trieste

Un duplice impegno remiero ha caratterizzato la domenica appena trascorsa, con la XXIII edizione del Memorial d'Aloja sul lago di Piediluco, riservato alle rappresentative nazionali, e la regata sprint sul lungomare di Barcola, organizzata dal pool di Nettuno, Cmm "N. Sauro", Saturnia e DL Ferroviario.

Una due giorni intensissima quella del d'Aloja, con la prima uscita stagionale degli azzurri di tutte le categorie, agli ordini dei nuovi responsabili di settore, che hanno approfittato del Memorial per far scendere in acqua le formazioni sperimentali prima di entrare nel vivo della stagione internazionale con le prime prove di Coppa del Mondo ed i mondiali di categoria. Nella prima giornata di gare (sabato), uno dei risultati più interessanti è stata la vittoria del 4 di coppia under 23 sul quale era imbarcato il triestino Bernardo Miccoli, che assieme a Palma, Messina e Cagna hanno messo in riga altri due equipaggi italiani (su uno dei quali remava un altro triestino, Federico Ustolin giunto 4°) ed uno egiziano (2°).

Nella seconda giornata di gare, cambiate le formazioni in lizza, mutavano anche le prestazioni, che vedevano giungere la formazione con Miccoli al terzo carrello in 4° posizione, e quella con Ustolin in 5°. In campo femminile, due medaglie d'argento per la monfalconese Enrica Locci: al sabato, impegnata nel 4 di coppia senior (assieme a Coletti, Trevisan e Longatti), giungeva seconda alle spalle dell'equipaggio con le olimpioniche Schiavone e Sancassani. Alla domenica, la sculler della Timavo impegnata nel singolo, si piazzava ancora una volta seconda (nella gara juniores), alle spalle della Coletti. Cambio di casacca proficuo (dalla Moltrasio al Saturnia), per Emanuela Tabacco, che nel doppio juniores vinceva al sabato in coppia con la triestina Gaggi Slokar, ed alla domenica con la comasca Longatti. Ancora in campo femminile, bronzo al sabato ed argento alla domenica per la Veronica Pizzamus assieme alla Sacco nella specialità del 2 senza.

Condizioni meteo perfette hanno tenuto a battesimo sul lungomare di Barcola, la prima regata regionale sprint della storia del canottaggio triestino, che ha visto la partecipazione di quasi 400 atleti in rappresentanza di tutte le realtà remiere regionali.

Organizzazione efficiente del Comitato regionale Fic in perfetta simbiosi con il pool barcolano, con Saturnia e Timavo in evidenza su tutti, a cominciare dalla classifica per società che vedeva in testa i barcolani di Barbo (483 punti e 14 vittorie, e conquista del Trofeo Sonzio per la categoria pesi leggeri) sui monfalconesi di Cristin (209 punti e 11 vittorie), e 3° club regionale la Canottieri Trieste (147 punti).

Nella categoria under 14 (allievi e cadetti), ancora una volta confronto serrato tra Timavo, vincitori nel 720 allievi B (Rusconi), doppio allievi B (Centazzo, Centazzo), nei 720 cadetti (Cernic, Fabris, Barducci) e nel doppio cadette (Bonazza, Rusconi) ed i muggesani della Pullino primi nel 720 allieve B (Zolli), 720 allievi C (Apostoli) 720 cadetti (Bordon) e cadette (Zullich).

Tra i ragazzi, gare molto equilibrate con 2 vittorie a testa per Nettuno (due senza e doppio ragazzi con Duchic e Donat), Timavo (con singolo Polez e 4 di coppia ragazzi Bellè, Scarpa, Polez, Sfiligoi), e Cmm "N. Sauro" con singolo (Millo) e doppio ragazzi (Montalbano, Millo). In campo juniores, protagonista ancora la Timavo con i primi posti nel singolo junior maschile (Bortolotti), in quello femminile (Miniussi) e nel 4 di coppia (Bortolotti, Scarpa, Bellè, Pizzin).

Nei pesi leggeri e nei senior infine, la parte del leone la faceva il Saturnia che vinceva il singolo (Stadari) ed il 4 di coppia (Milos, Panteca, Panteca, Stadari) pesi leggeri, il singolo (Jerman) ed il doppio femminile (Pellizzari, Jerman), il 4 senza (Ferrarese, Grbec, Nessi, Tedesco) e l'otto maschile (Ferrarese, Grbec, Milos, Nessi, Panteca, Sergas, Tedesco, Borgino, tim. Veronese).

Classifica

Risultati

Trofeo Sonzio