Regata di apertura a San Giorgio

La maxi regata internazionale di canottaggio svoltasi domenica sull'Ausa Corno a San Giorgio di Nogaro, organizzata dal Comitato regionale in collaborazione con la Canoa San Giorgio, iniziata alle 9.30 (ultima gara alle 17.10), è stata accompagnata per tutta la giornata da pioggia battente che ha messo in difficoltà gli oltre 800 atleti giunti sul campo della Bassa friulana da Marche, Veneto, Emilia Romagna, Austria e Slovenia, oltre che dalla nostra regione.

Nomi eccellenti si sono ritrovati sulle acque friulane, ad impreziosire una manifestazione in questo week end di prime interregionali, la più affollata d'Italia. Sono scesi in barca (ed hanno ovviamente vinto le loro finali) il ravennate Marcello Miani, finalista ai giochi Olimpici di Pechino ed il trevigiano Francesco Rigon, mondiale under 23 in doppio pesi leggeri, oltre ai triestini Federico Ustolin vice mondiale in 4 di coppia PL e Bernardo Miccoli vice mondiale in 4 di coppia junior.

Una stagione che da queste prime battute si preannuncia prodiga di soddisfazioni per alcune società regionali che hanno presentato domenica il loro primo biglietto da visita. Nei senior il leit motiv è stato come di consueto il confronto tra Nettuno (3 vittorie) e Saturnia (6 vittorie), con acuti in particolare per singolo maschile e femminile (Ustolin e Jerman), 2 senza (Milos, Panteca), 4 senza (Ustolin, Nessi, Pierobon, Ferrarese), otto (Milos, Tedesco, Nessi, Pierobon, Glionna, Grbec, Morosetti, Panteca, tim. Veronese) e 4 di coppia femminile (Jerman, Pizzamus, Jerman, Tobacco) per i colori del Saturnia di Barbo, doppio (Sverko, Zobec, Costa, Deluca), 4 di coppia (Zacchigna, Kjuder, Bon, Zobec) e singolo femminile (Colonnelli) per i bianco verdi di Bosdachin.

Tra gli juniores, protagonista la Locci (Timavo) in campo femminile prima nel singolo e nel doppio (con la Trevisan), mentre più distribuite le vittorie tra i maschi, ad appannaggio di Timavo nel singolo (Bertolotti), Pullino nel doppio (Baldini, Palumbo) e Saturnia nel 2 senza (Mangano, Nessi) e 4 senza (Grison, Nessi, Mangano, Sferza).

Tra i ragazzi, dominio incontrastato in campo femminile per le ragazze barcolane di Barbo in singolo e doppio (Casali, Ferrarese), mentre tra i maschi vittorie più equilibrate con primi posti per Adria (Pagliaro) e Trieste (Lukan), la Pullino nel doppio (Baldini, Palumbo), la Nettuno nel 2 senza (Duchic, Donat) e la Saturnia nel 4 di coppia (Calligaris, Brezzi, Parma, Mariconda)

Affollate le serie degli under 14 con allievi e cadetti che si sono confrontati prima del I Meeting nazionale della prossima settimana a Milano, a loro dedicato, e con la conferma dei primi tre vivai giovanili della regione: Timavo Monfalcone, Pullino Muggia e Saturnia. Sopra tutti i "bisiachi" preparati da Roberto Delise che hanno dominato in particolare negli allievi B (con nei singoli De Paoli e Rusconi e nel doppio Centazzo Paride e Samuele) e nei cadetti (con i singolisti  Fabris, Cernic, Barducci  ed il doppio Fabris e Battistella e femminile Bonazza e Rusconi). Negli allievi C, meglio di tutti il gruppo della Pullino (con i singolisti Apostoli e Capraro, ed il doppio di Pertosi e Nicolini).

Nella classifica generale ha prevalso il Saturnia su Timavo e Cus Ferrara, nella Coppa d'Aloja (per gli under 14), Timavo, su Saturnia e Pullino, nelle singole categorie hanno avuto la meglio: Timavo (under 14), Cus Ferrara (ragazzi), e Saturnia nei junior e senior.