Da LIM 2009 le basi per un progetto europeo

Canal di Leme, domenica 15 marzo, prima uscita internazionale di Dario Crozzoli, nelle vesti di Presidente del Comitato regionale Friuli Venezia Giulia.

Crozzoli è intervenuto a Lim 2009 per rinsaldare i rapporti con le nazioni contermini, in particolare Slovenia e Croazia, posando la prima pietra per una futura importante collaborazione a livello interregionale.

Per l'occasione erano presenti sul fiordo istriano il Direttore Organizzativo dei Croatia Open di Zagabria Srecko Suk, il giudice arbitro internazionale Mladen Kostic, arbitro anche a Pechino, la Presidente dell'Arupinum di Rovigno, Ivetta Volcic, ed altri componenti della Federazione croata di canottaggio e della Associazione Canottaggio della Regione Istriana.

Proprio domenica sono state gettate le basi per una fattiva collaborazione ed ulteriore sviluppo a tutte quelle iniziative che potranno andare a beneficiare la Slovenia , la Croazia sia le società della costa che l'entroterra con Zagabria capitale, Carinzia e Stiria per l'Austria, ed il Friuli Venezia Giulia per l'Italia, con la possibilità di allargare tale Progetto anche a Cekia, Slovacchia, Serbia ed Ungheria.

Dario Crozzoli: "Siamo maturi per un Progetto a lungo termine con queste realtà del canottaggio europeo. Le regioni/nazioni con le quali tessiamo da anni rapporti di collaborazione ed amicizia si aspettano un segnale per attivare una fitta rete di collaborazione. La nostra frequente presenza in Austria, Slovenia, ed oggi in Croazia, è indice dell'interesse che ha il Friuli Venezia Giulia a creare ed entrare in un circuito di regate in particolare per i più giovani. Gare che devono dare non solo risultati sportivi, ma anche di conoscenza di usi e costumi delle regioni/nazioni contermini."

Mladen Kostic: "Tra le regate di stampo interregionale come questa di domenica e quelle delle squadre nazionali, non c'è nulla in mezzo, soprattutto a livello giovanile, che possa servire a far maturare assieme i canottieri delle nostre regioni. Auspico un Progetto che coinvolga tutte le nostre realtà remiere, che serva a migliorare i rapporti, le conoscenze delle nostre rispettive culture, e la qualità delle nostre regate."

Ivetta Volcic: "Siamo aperti ad una collaborazione che avvicini le nostre rispettive realtà remiere.  Abbiamo delle grandi possibilità vista la vicinanza e le tradizioni che ci accomunano."

Srecko Suk: "Zagabria è interessata alle iniziative del Friuli Venezia Giulia, tanto che già il 29 maggio alla prima regionale/interregionale a San Giorgio di Nogaro, alcuni nostri equipaggi parteciperanno alla manifestazione di apertura. Sarà l'occasione per proseguire questo discorso che anche a noi interessa molto."