LIM 2009

Concludono in bellezza la stagione delle long-distance i canottieri regionali, protagonisti domenica mattina a Canal di Leme in Croazia alla manifestazione denominata LIM 2009, tenuta a battesimo dall'Arupinum di Rovigno, ed inserita da qualche stagione nel calendario internazionale Fisa. 300 vogatori in rappresentanza di Italia, Slovenia e Croazia si sono confrontati sul fiordo istriano, su percorsi diversi a seconda delle categorie: 6000 per ragazzi, junior e senior, 3000 per i master, e 2000 per gli under 14.

Un Limski Kanal battuto per quasi tutta la giornata dal vento da est ha premiato gli armi meglio preparati. Bene la Pullino di Muggia che con 7 vittorie, 2 argenti e 2 bronzi ha conquistato la testa della classifica per le società straniere (II assoluta) e quella degli under 14. Per gli atleti muggesani in evidenza la squadra allievi/cadetti e quella ragazzi. Bene le due stelline del club rivierasco: Stefano Apostoli e Martina Zullich che hanno vinto con notevole distacco su un percorso impegnativo come quello croato, mentre alle loro spalle sta crescendo un po' tutto il gruppo, tanto che a Leme salivano sul podio anche il doppio cadetti di Piller e Bordon ed il singolista allievi Capraro, medaglie d'argento, ed il doppio di Pawinuti e Pogliani nelle cadette, bronzo. Due prestazioni di buon livello per il doppio ragazzi di Baldini e Palumbo che si imponevano dapprima nella gara junior, e mezz'ora dopo in quella ragazzi, lasciando ancora intravedere notevoli margini di miglioramento. Bene la Piccirillo tra le ragazze che pativa un po' la categoria superiore in un gruppetto di singoliste talentate, ma si rifaceva alla grande nella sua categoria, quella under 16, nella quale si imponeva d'autorità. Ancora per la Pullino, vittorie del 2 senza senior (Finocchiaro e Visintin) e di Strain nel singolo master, e bronzo per i rientranti Rotello e Coren nel doppio senior.

Prima uscita della stagione e prima vittoria per l'otto master del Ravalico su un lotto di avversari di tutto rispetto. Bonetti, Millo G., Rojc, Massari, Fermo, Millo D., Tagliapietra, Radetich, tim. Russo, lasciavano alle loro spalle Izola e Istra Pola, tagliando per primi il traguardo con un discreto vantaggio (10").

Le altre medaglie per gli armi regionali portano la firma dell'Adria nel doppio master di Demarchi e Aversa (argento) e di Benco nel singolo cadetti, della Ginnastica Triestina nel singolo master (Sofianopulo), della Canottieri Trieste nel singolo senior (Pietro Milos) e del Ravalico ancora con la Giacomazzi nel singolo senior, tutti di bronzo.

Il prossimo appuntamento per i remi regionali è domenica 29 marzo sull'Ausa Corno a San Giorgio di Nogaro, per la prima regionale aperta a nazioni e regioni confinanti.