Ciao Ciano!!

Ciano Kleva Ho conosciuto Ciano (Lucijan) Kleva in occasione delle tante regate sul confine che da Barcola fino a Ancarano, Isola, e poi più in giù Portorose, per finire nell'Istria Croata, arrivano fino a Fiume. Alto, fisico massiccio, Ciano era sempre a stretto contatto con i canottieri di questo fazzoletto di terra che vive da oltre cent'anni un canottaggio di confine fatto di confronti sportivi che sfociano spesso in sincere amicizie.

Era un raro esempio di  sportivo di razza, più ammiratore del gesto atletico, della performance in sé, indifferente da quale società o nazione compiuta.

Ma del passato agonistico di Ciano, e mi vergogno un po' a dirlo, l'ho saputo solo oggi, leggendo un accorato necrologio sul sito della Federazione Slovena di Canottaggio, che ricorda meglio certamente di me il personaggio:

L'Unione remiera Slovena ed il Circolo dei Olimpionici Sloveni informano con tanto dolore che è deceduto il 67enne rematore, l'olimpionico Lucijan Kleva di Izola.

Lucijan Kleva era membro dell'otto alle Olimpiadi di Tokio nel 1964, dove conquistò il 4° posto, come anche al campionato europeo in Amsterdam dello stesso anno ed un anno più tardi a Duisburg.

Appena ventenne diventò membro rappresentativo della vecchia Unione Yugoslava (SFRJ), fu inoltre per quattro anni campione nazionale nel doppio, quattro e otto.

Dopo aver concluso la carriera remiera, si era dedicato all'educazione dei giovani rematori all'Argo di Isola d'Istria.

Durante tutta la sua vita fu devoto allo sport come uno sportivo attivo, allenatore e operatore sportivo.

Per i suoi impegni fu premiato tantissime volte, e tra tutti il riconoscimento più importante fu il premio nazionale - Bloudkova Plaketa.

Ciano Kleva era un prezioso collaboratore, che al termine delle manifestazioni, quando la giuria si dilungava nella pubblicazione di risultati o classifiche, si avvicinava e mi diceva: "Va a casa, mulo, te mando mi i risultati..." Che puntualmente arrivavano qualche ora dopo assieme magari a qualche foto.

Sono convinto che anche lassù, dove l'importante non è vincere, troverà modo di dedicarsi al suo sport preferito.

Saluta-rem Ciano!