Trieste Azzurra 2009

È stata una festa dello sport triestino e nazionale, la manifestazione organizzata dall'Associazione Atleti Olimpici e Azzurri d'Italia - Sezione di Trieste, nella sala del Consiglio comunale del capoluogo giuliano sabato mattina, con il vicesindaco Paris Lippi a fare da anfitrione.

Una Presidentessa provinciale, Marcella Skabar, ed un vicepresidente nazionale Matteo Bartoli (azzurro di canottaggio negli anni '60 con i colori della Ginnastica Triestina, della quale poi diventò anche Presidente sia della Sezione Nautica che successivamente della cosiddetta "madre"), hanno presentato gli ospiti, tra i quali i più festeggiati senza dubbio sono stati il marciatore Abdon Pamich, il pugile Nino Benvenuti, e la tiratrice Valentina Turisini che hanno dapprima portato il loro saluto e poi hanno contribuito a premiare i numerosi azzurri presenti.

Per il canottaggio presenti il Presidente del Comitato regionale FVG Dario Crozzoli, ma anche i numerosi azzurri che fanno capo alla sezione triestina dell'ANAOAI: Gianfranco Bosdachin (allenatore dell'anno 2008), Dapiran Francesco (a 60 anni dalla sua partecipazione alle Olimpiadi di Londra), Fermo Ennio e Marino Specia (indimenticato 2 senza degli anni 70'), Giovanni Miccoli (vicepresidente federale), Franco Schiavini e Andrea Sergi (atleti azzurri del Ravalico), Vasco Vascotto (padre di Luca grande campione triestino prematuramente scomparso) e Maurizio Ustolin.

Dopo le premiazioni del Premio letterario Lipott, sono state effettuate le premiazioni degli atleti delle varie discipline.

Per il canottaggio, sono stati consegnati dei riconoscimenti a: Bernardo Miccoli, Massimiliano Minca, Veronica Pizzamus, Davide Sverko, Lorenzo Tedesco e Federico Ustolin, che hanno rappresentato l'Italia ai mondiali juniores ed under 23.

Alla cerimonia di premiazione è seguito un buffet nel prestigioso Grand Hotel ai Duchi d'Aosta di Piazza Unità d'Italia.