Nuovo oganigramma tecnico federale

In occasione del Consiglio Federale tenutosi sabato mattina a Torino presso la Canottieri Eridano, è stato deciso l'organigramma tecnico che guiderà le squadre degli azzurri del canottaggio fino alle Olimpiadi di Londra 2012.

Un gruppo deciso dal nuovo Consiglio federale, che alle conferme di Polti, Grizzetti e Romagnoli, si affiancano le nomine del nuovo DT degli azzurri, il prof. Antonio Alfine, e per i vari settori: De Capua (senior), Baldacci (under 23), Di Nardo (il nuovo settore universitario), e, unico straniero, ma di notevole spessore, l'olandese Josy Verdonkschot.

Importanti cambiamenti anche nel settore comunicazione, con un volto nuovo (desumibile dalla firma in calce agli articoli su Torino), il giovane Marco Callai, già redattore di Canottaggio Vero, giornalista di indiscusse capacità nell'ambito del calcio, pallanuoto e canottaggio, collaboratore di testate giornalistiche liguri.

A lui si devono i primi (tempestivi) profili del Direttore Tecnico e dei Commissari Tecnici Federali:

Profili Direttore Tecnico e Commissari Tecnici federali

Antonio Alfine
Antonio Alfine
Nato a Padova il 24 novembre 1958, Antonio Alfine è il nuovo Direttore Tecnico della Federazione Italiana Canottaggio. Insegnante di educazione fisica (diplomato ISEF e laureato in Scienze Motorie), allena la squadra agonistica Canottieri Padova dal 1983 al 1988 e nel biennio 1991-1992.
Nel 1989 diventa collaboratore della squadra Nazionale Junior e del college remiero di Piediluco. Lascia l'incarico nel 1990 ma nel 1995 va a ricoprire il ruolo di collaboratore del settore Formazione FIC nell'organigramma tecnico del DT Giuseppe La Mura.
Il biennio 1999-2000 lo vive, invece, da tecnico sul campo: è collaboratore del settore di coppia della Squadra Olimpico e partecipa ai Giochi Olimpici di Sidney 2000 in qualità di allenatore di Rossano Galtarossa.
Mantiene l'incarico anche nel quadriennio successivo, occupandosi in particolare della preparazione del singolista per le Olimpiadi di Atene.
Nell'ultimo quadriennio, è coadiutore del Direttore Tecnico (De Capua marzo 2005-settembre 2006 e Coppola ottobre 2006-2008) e svolge i compiti di responsabile della Segreteria Tecnica del Centro Nazionale, del settore informatico e della Formazione FIC, nonché componente della Commissione Tecnica Nazionale.
Tra i maggiori motivi di soddisfazione della sua carriera, l'aver allenato Rossano Galtarossa (quattro medaglie in cinque edizioni dei Giochi Olimpici) nell'anno della suo primo titolo italiano e della successiva vittoria alle Olimpiadi di Sidney 2000.
Giuseppe de Capua
Giuseppe de Capua
Nato a La Spezia il 24 gennaio 1947, Giuseppe de Capua è il nuovo Commissario Tecnico del settore Senior.
Nel 1972 si diploma Maestro dello Sport nella Scuola Centrale dello Sport del Coni con tesi in Psicologia dal titolo "Le capacità d'adattamento nello sport".
Negli anni Settanta ricopre il ruolo di coordinatore organizzativo della Squadra Nazionale Juniores e Olimpica, istruttore giovanile in Centri d'Addestramento Federale (Roma e La Spezia) e responsabile dei settori Formazione, Studi e Ricerca, Promozione e Canottaggio Giovanile.
Coordinatore organizzativo del Centro Nazionale di Piediluco (1981-1993), nello stesso periodo è allenatore-capo della Nazionale: tra i risultati più importanti di questo periodo, sotto le direzioni Nilsen e Koerner, l'oro (Seul 1988) e il bronzo (Barcellona 1992) del quattro di coppia a Giochi Olimpici, l'argento dell'otto nel 1985 ai Mondiali di Hazewinkel (Belgio).
Il 26 febbraio 2005 viene nominato Direttore Tecnico della Federazione Italiana Canottaggio: in diciotto mesi, l'otto azzurro sale due volte sul podio mondiale vincendo due medaglie d'argento a Gifu (Giappone) ed Eton (Gran Bretagna).
Negli ultimi venticinque anni, tiene conferenze, corsi e seminari su tematiche remiere in dodici paesi (Cina, Croazia, Corea del Sud, Giappone, Gran Bretagna, Grecia, Nuova Zelanda, Olanda, Pakistan, Spagna, Singapore, Stati Uniti). Vanta anche importanti consulenze tecniche in Spagna (1993-1994), Giappone (1997-2000) e Stati Uniti (2004): nell'ultimo biennio, la Cina lo chiama in qualità di consulente tecnico dell'Amministrazione degli Sport d'Acqua.
Membro della Commissione Competitiva FISA per dieci anni (1988-1998), dal 1994 è docente dell'Accademia degli Allenatori della FISA e, dal 1999, consulente unico dello "Sviluppo dell'Allenamento" della FISA.
Da atleta, voga nelle fila della Velocior, delle Fiamme Gialle e dell'Aniene.
Nell'ambito professionale extracanottaggio, nel 1984 viene promosso dirigente dal Coni: dal 1994 al 2005 dirige la Zona Pronostici della Liguria, della Lombardia e del Veneto nonché l'area territoriale Nord Ovest.
Josy (Johannes Agnes Maria) Verdonkschot
Josy Verdonkschot
Nato a Schaesberg (Olanda) il 19 settembre 1956, Josy Verdonkschot è il nuovo Commissario Tecnico del settore Femminile.
È l'allenatore del doppio leggero olandese femminile vincitore della medaglia d'oro alle Olimpiadi di Pechino.
Dal 1987 a oggi è l'allenatore del club olandese Nereus: inizialmente gli viene richiesto di occupare di entrambi i settori, maschile e femminile, ma con il tempo, a seguito degli importanti incarichi in Nazionale, concentra l'attenzione esclusivamente su progetti a breve termine e in particolare sulla ricerca dei talenti.
Nel 1996 la Federazione olandese lo sceglie per il ruolo di allenatore della nazionale junior affidandogli anche il compito di responsabile del Centro Talenti di Amsterdam. Nel 1998 diventa responsabile della Nazionale Junior, carica che lascia l'anno successivo per diventare assistente tecnico del settore pesi leggeri femminile.
Nel 2000 diventa tecnico privato del doppio pesi leggeri femminile conducendo Marit van Eupen e Kirsten Van der Kolk al sesto posto alle Olimpiadi di Sidney. Dal 2001 al 2004 torna a seguire tutto il settore pesi leggeri femminile ma, nell'anno preolimpico, gli viene affidata anche la preparazione del singolo maschile: ad Atene il doppio leggero femminile conquista la medaglia di bronzo. Nel biennio successivo, è responsabile dell'intero programma di tutto il settore femminile, assoluto e leggero, e della Nazionale junior. Nel 2008 conduce il doppio van Eupen-Van der Kolk alla medaglia d'oro di Pechino: sulla strada verso l'Olimpiade, segue anche il singolo (quarto) e il doppio maschile belga.
Dal 2002 allena anche equipaggi appartenenti alle nazioni in via di sviluppo dirigendo sessioni d'allenamenti in Zimbabwe e Tunisia. Per il programma di solidarietà olimpica, nel 2007 dedica otto giorni all'insegnamento del canottaggio in Vietnam.
Sono nove le medaglie vinte dai sui equipaggi nell'ambito di Mondiali o Giochi Olimpici: quattro ori, due argenti e tre bronzi. Ventotto, invece, le medaglie vinte in prove di Coppa del Mondo: sette ori, sedici argenti e cinque bronzi.
Oltre a esserne l'allenatore, sarà presto marito di Marit van Eupen, vincitrice di tre titoli mondiali nel singolo pesi leggeri, un oro (Pechino 2008) e un bronzo (Atene 2004) olimpici.
Giuseppe Polti
Giuseppe Polti
Nato a Onno Oliveto Lario (Como) il 23 agosto 1945, Giuseppe Polti è il nuovo Commissario Tecnico del settore Pesi Leggeri.
L'attività da allenatore prende il via nel 1968 all'Unione Sportiva Bellagina: con i colori del sodalizio comasco, i suoi vogatori conquistano cinque titoli italiani e tre mondiali (uno nel doppio senior nel 1986, due nel doppio pesi leggeri nel 1987 e 1988).
Nel 1989 inizia la collaborazione con il Centro Tecnico Federale di Piediluco sotto la gestione Nilsen.
Dal 1993 al 2004 è responsabile del settore coppia Senior: in undici anni, i suoi equipaggi conquistano quattro titoli di campione del mondo nella specialità del quattro di coppia, due ori olimpici ad Atlanta 1996, nel doppio con Agostino Abbagnale e Davide Tizzano, e Sidney 2000, nel quattro di coppia con Alessio Sartori, Agostino Abbagnale, Rossano Galtarossa e Simone Raineri. Nella sua bacheca, ci sono anche due bronzi conquistati nella specialità del doppio: Sidney 2000 con Nicola Sartori e Giovanni Calabrese e Atene 2004 con Rossano Galtarossa e Alessio Sartori: ai Mondiali, sempre dal 1993 al 2004, la Nazionale conquista altri due argenti e quattro bronzi nelle specialità della vogata di coppia.
Paola Grizzetti
Paola Grizzetti
Nata a Locate Varesino il 25 ottobre 1965, Paola Grizzetti viene confermata alla guida del settore Adaptive Rowing. È l'artefice della splendida medaglia d'oro conquistata dal 'quattro con' alle Paralimpiadi di Pechino. Dopo aver allenato la squadra giovanile della Canottieri Varese per sei anni, nel 1990 passa alla Canottieri Paradiso di Messina. Nel 1993 collabora con il Centro Nazionale di Piediluco nei test di laboratorio, cinque anni dopo torna in Sicilia e, in coppia con il marito Giovanni Calabrese, avvia la società Nuovo Circolo del Tennis e della Vela di Milazzo. Dal 2000 è alla Canottieri Gavirate in qualità di responsabile dell'avviamento di nuove leve. Dal 2004 è responsabile della squadra giovanile, femminile e adaptive. Come allenatore societario, vince quindici titoli italiani femminili: i suoi atleti conquistano due argenti alla Coupe de la Jeunesse, uno ai Mondiali Juniores di Linz 2008 nel quattro senza. Dal 2005, sono nove i titoli italiani nella categoria di Adaptive Rowing. Da Milano 2003 a Monaco 2007, la Nazionale Adaptive da lei diretta sale quattro volte sul podio: tre argenti e un bronzo prima dell'oro alle Paralimpiadi di Pechino, condito dal quarto posto del doppio. Da atleta, si ricorda la partecipazione nel quattro di coppia con timoniere alle Olimpiadi di Los Angeles 1984.
Antonio Baldacci
Antonio Baldacci
Nato a Limite sull'Arno (Firenze) il 31 maggio 1951, Antonio Baldacci è il nuovo Commissario Tecnico del settore under 23.
Dal 1989, in qualità di allenatore federale, lavora nei settori Senior, Pesi Leggeri, Junior e under 23 sia come collaboratore sia come responsabile (Junior nel1992 e Coupe de la Jeunesse nel 1994).
Dal 1989 al 2007 allena il G.S. VV.F "Salza" Torino, il Sisport Fiat, la Canottieri Limite e il G.S. Cavallini Calcinaia: dal 2000 al 2007 collabora con la Canottieri Pontedera seguendo gli allenamenti di Leonardo Pettinari (argento nel doppio pesi leggeri a Sidney 2000).
Consigliere Federale quota Tecnici dal 2001 al 2005, ricopre vari incarichi: responsabile del settore Scuola, componente delle commissioni Regate e Carte Federali e coordinatore tecnico organizzativo del Coex (Direzione Eventi FIC).
Da atleta, vince tredici titoli italiani, due bronzi mondiali (nel due senza a Monaco 1981 e nell'otto a Copenaghen 1987), un oro ai Giochi del Mediterraneo e cinque medaglie al Match de Seniores: partecipa alle Olimpiadi di Mosca 1980 e Seul 1988.
Ex Capo Reparto Corpo Nazionale Vigili del Fuoco, è attualmente presidente dell'Associazione Nazionale Allenatori Canottaggio (ANAC).
Claudio Romagnoli
Claudio Romagnoli
Nato a Cremona il 21 maggio 1956, Claudio Romagnoli è il nuovo Commissario Tecnico del settore Junior.
Nel 1983 inizia la carriera d'allenatore alla Canottieri Baldesio, società dove ha remato per sei stagioni: nell'arco di quattordici anni, i suoi atleti hanno vinto diverse medaglie ai Mondiali Pesi Leggeri e Junior e alla Coppa delle Nazioni.
Nel 1986 entra a far parte dello staff tecnico federale in occasione dei Mondiali Junior in Cecoslovacchia: dopo questa breve parentesi, diventa nuovamente collaboratore dal 1993 al 2000.
L'anno successivo viene nominato responsabile del settore Junior: in otto anni, sotto la sua direzione, la Nazionale under 18 vince trentacinque medaglie (nove titoli mondiali).
Dal 1976, fa parte del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco dove oggi esercita la qualifica di Capo Reparto esperto e istruttore professionale presso il comando provinciale di Cremona.
Paolo Di Nardo
Paolo Di Nardo
Nato a Ferrara l'11 febbraio 1966, Paolo Di Nardo è il nuovo Commissario Tecnico del settore Universitario.
Da allenatore societario, inizia nel 1992 con il CUS Ferrara: tra gli atleti lanciati, si ricordano Luca Lunghi, Alberto Azzi, Michele Savriè e Tommaso Balboni.
Collaboratore del settore Juniores dal 2000 al 2006, nel 2007 viene promosso responsabile e collabora con Claudio Romagnoli ai Mondiali di Pechino e Linz. Guida la Nazionale alle ultime tre edizioni dei Mondiali Universitari vincendo tre ori, tre argenti e due bronzi.