L'assessore allo sport Elio De Anna presenta Stati Generali il 15/12 a Udine

"Abbiamo necessità di raccogliere spunti programmatici e suggerimenti per organizzare a marzo prossimo, a 15 anni dalla prima Conferenza regionale dello Sport, il secondo appuntamento in Friuli Venezia Giulia che noi vorremmo trasformare in un evento a livello italiano, coinvolgendo i vertici del Coni e il sottosegretario Rocco Crimi".

Questa la finalità degli "Stati generali dello Sport", in programma lunedì 15 dicembre a partire dalle 17.00 nell'auditorium della Regione a Udine, illustrata oggi dall'assessore regionale Elio De Anna, presente anche il presidente del Coni, Emilio Felluga.

"Dopo aver raccolto indicazioni degli Stati generali organizzeremo anche quattro conferenze provinciali monotematiche, ascoltando le esigenze di tutto il mondo sportivo per dare vita ad una nuova governance partecipata. Vogliamo rilanciare lo sport - è l'auspicio di De Anna - come elemento fondante di una società che sembra perdere valori, come luogo di investimento al pari della cultura, dell'istruzione, del sociale".

Nell'occasione verranno convocati dirigenti e tecnici delle Federazioni sportive, i rappresentanti del Coni, i docenti di educazione fisica e gli amministratori di Comuni e Province, con i quali la Regione dialogherà per raccogliere le idee in vista della Conferenza di primavera.

In occasione della presentazione di oggi è stato anche siglato un protocollo d'intesa tra la Regione e la presidenza dell'Unione delle Province con il quale è stata sancita una più stretta collaborazione tra i due enti nell'ambito di un piano pluriennale per l'edilizia sportiva che prevede l'impegno di 2 milioni di euro all'anno per 20 anni a favore della ristrutturazione degli impianti provinciali e comunali già esistenti nonché per l'acquisto di attrezzature.

"Lo stanziamento complessivo di 65 milioni di euro, con la compartecipazione del 25 per cento degli enti locali, a favore dell'impiantistica sportiva non ha precedenti in regione - ha commentato De Anna -. Le Province, enti di area vasta più adatti a raccogliere le esigenze dei territori, contribuiranno assieme ai Comuni alla redazione di un nuovo piano regionale in cui verranno evidenziate le priorità ed armonizzati gli interventi".

Alla presentazione di oggi sono intervenuti gli assessori provinciali di Udine, Marco Virgili, di Gorizia, Sara Vito, di Trieste, Mauro Tomasini, e Patrizia Pavatti per la direzione scolastica regionale.