Head of the river fours

Con il mese di novembre ha preso il via la stagione delle long distance anche per il canottaggio.

Mentre a Torino si correrà il Kinder ed il Silver Skiff, a Londra sul Tamigi, si gareggerà nella Head of the River Fours, la versione in imbarcazioni a 4 vogatori (4 di coppia, 4 senza e 4 con, maschile e femminile, elite, junior), della celeberrima regata in otto.

La gara si svolgerà sabato mattina 8 novembre da Mortalke a Putney sulla distanza di 4 miglia e 1/4, con partenza prevista alle ore 10.30 (in favore di corrente).

Sono 548 le imbarcazioni iscritte alla regata che ha visto nel 1954 la sua prima edizione, ed alla partenza quest'anno ci saranno due equipaggi nel 4 di coppia pesi leggeri maschile, con imbarcato il fior fiore del remo italiano.

Con il numero 12 partirà l'armo del London RC I a bordo del quale saliranno Elia Luini (finalista ai Giochi Olimpici di Pechino) e Stefano Basalini (campione del mondo a Linz in 4 di coppia pesi leggeri), assieme ai britannici J. Linday Finn (finalista in 4 senza a Pechino), e R. Williams (a Linz sul 4 di coppia Pl inglese).

Con il numero 10 invece partirà l'equipaggio dell'Imperial College I con l'inglese A. Freeman Pask (finalista 2006 e 2007 ai mondiali under 23) ed a seguire i tre vicecampioni del mondo under 23 in carica: Josè Casiraghi, il triestino del Saturnia, Federico Ustolin e Pietro Ruta.

Il gruppo italiano partirà da Milano mercoledì prossimo. Le giornate di giovedì e venerdì serviranno da ricognizione sul Tamigi che presenta parecchie insidie a cominciare dalla corrente del fiume.

I risultati della regata saranno consultabili sul sito www.hor4s.org.uk.