Coastal Rowing

San Remo, domenica 12 ottobre 2008

Portano rispettivamente il numero 10 e 11 per il 2008, i due titoli italiani nel Coastal Rowing conquistati domenica mattina dal Saturnia a San Remo. Nei Campionati tricolori che precedono di una settimana i mondiali per club della specialità, il circolo barcolano ha dimostrato di essere il migliore in Italia anche nella nuova disciplina, nel 4 di coppia con timoniere maschile di Federico Ustolin, Lorenzo Nessi, Leo Grbec, Stefano Pierobon, tim. Stefano Gioia, e nel doppio femminile di Nicol Grbec e Veronica Pizzamus. Mare con leggera onda al traverso e assenza di vento, iniziavano gli equipaggi femminili domenica mattina, che partivano regolarmente alle 8.30, i doppi ed i 4 assieme, con le barche più corte che prendevano l'iniziativa ed a sorpresa prendevano la testa della regata. Dopo una breve scaramuccia nel primo lato del triangolo di gara, era il doppio del Saturnia che effettuava per primo la virata in prima boa, guadagnando un vantaggio importante, seguito a breve distanza dal doppio della Tevere Remo e dal 4 dell'Elpis di Genova. Sul secondo lato aumentava il distacco di Grbec e Pizzamus dalle immediate inseguitrici, con il 4 ligure che cercava di insidiare le triestine. Alla terza virata e sull'ultimo lato successivo il distacco della barca del Saturnia era tale che si presentava sul traguardo con un distacco incolmabile andando ad aggiudicarsi il titolo tricolore.

In campo maschile, erano subito di scena i 4 di coppia con timoniere che partivano alle 10: una decina gli armi in gara, con alcuni azzurri ad impreziosire i rispettivi equipaggi. Cercavano di sorprendere tutti i genovesi del Murcarolo, con il Saturnia, campione italiano uscente della specialità guardingo e subito a rispondere all'attacco ligure. Si accodavano al gruppetto di testa Sisport Fiat e Ravenna in lizza per il podio. Ma il confronto era ancora una volta tra Trieste e Genova. Transitavano decisi i triestini in prima seconda boa guadagnando terreno, si facevano sotto i genovesi rinforzando il colpo in acqua per tentare il riaggancio sul secondo lato. Spronati dall'esperto Gioia, Ustolin & c. rispondevano con determinazione ai frequenti attacchi degli inseguitori. Era decisivo l'ultimo lato quando il Saturnia si produceva in un forcing irresistibile con il quale incrementava il suo vantaggio. Gli ultimi 500 metri era una progressione per gli armi che ambivano al podio, con i triestini che non permettevano a nessuno di passare, transitando sul traguardo in prima posizione aggiudicandosi per la terza volta consecutiva il titolo tricolore. Nella gara dei doppi, 6° posto per Leonardo De Pol e Massimo Signorelli. Nel Trofeo delle regioni disputatosi sabato pomeriggio, 2° posto del 4 di coppia con timoniere che rappresentava il Friuli Venezia Giulia. Cotognini, Ferrarese, Panteca e Morosetti, timonati da Gioia, giungevano alle spalle di Liguria 1, precedendo sul traguardo Liguria 2.

Nella classifica per società il Saturnia di spartaco Barbo si piazzava al 2° posto alle spalle dei genovesi della Canottieri Elpis.

La prossima settimana, Ustolin, Nessi, Pierobon, Grbec e Gioia, sempre a San Remo, parteciperanno al Campionato del mondo di Coastal Rowing per club, con l'intento di migliorare la 4° posizione dello scorso anno.

Maurizio Ustolin