Regata del 40°anniversario dalla fondazione della Canoa San Giorgio di Nogaro

San Giorgio di Nogaro, 24 agosto 2008

Quasi 200 vogatori allievi, cadetti e master hanno animato domenica pomeriggio l'Ausa Corno per la regata del 40°anniversario dalla fondazione della Canoa San Giorgio di Nogaro, con equipaggi oltre che dalla nostra regione, anche provenienti dalla vicina Slovenia. È stata una manifestazione inconsueta, con il programma che oltre alle solite gare in singolo 7,20, vedeva la presenza delle GIG a 4 vogatori, specialità riservata ad atleti alla prima esperienza remiera, provenienti dai vivai dei corsi estivi. Nelle categorie giovanili, posta spartita equamente con le 3 vittorie a ciascuno per Timavo Monfalcone nel 720 allievi B (Rusconi), 720 allievi C (Cernic) e 720 allieve C (Bonazza), Pullino Muggia nel 720 allieve B (Zolli), 720 allievi B (Apostoli) e 720 allieve C (Zullich), e Saturnia nel 720 allieve B (Verrone), 720 cadetti (Mariconda e Peraz), oltre a quella dell'Adria nel 720 allievi B (Benco) e del Cmm nel 720 allieve B (Deponte).

Le gare delle gig a 4 vogatori sui 500 metri sono state vinte rispettivamente dalla Canoa San Giorgio (Bolocan, Carri, Ferro, Schiesaro, tim. Cavedale) in campo maschile e dal Saturnia (Waiglein, Ruggiu, Gandini, Pipan, tim. Rigo) in quello femminile, un segnale importante proveniente dai vivai di questi due club.

La prova dimostrativa in singolo per gli allievi A è stata portata a termine da Alice Ambrosi, Fabio Scaini, Simone Pizzin e Roberto Bonazza.

Accanto alle prestazioni dei giovanissimi, c'è stata l'occasione per vedere all'opera i master (spesso i genitori degli atleti più giovani), impegnati in specialità inusuali come l'otto, vinto dalla formazione mista Nautilus Capodistria/Adria a spese della Pullino, il 4 senza, vinto dal Nautilus, e le due serie del doppio, ad appannaggio rispettivamente dal Saturnia (Hrovatin/Iersettig) e dalla Ginnastica Triestina (Sofianopulo G./Sofianopulo A.).

La coppa della classifica per società è andata ai padroni di casa della Canoa San Giorgio davanti a Saturnia e Pullino.

Testo e foto di Maurizio Ustolin